Il Parco di Villalba

Slide background
Slide background

Il Parco di Villalba si trova nella parte più alta dell’Area Naturale Protetta Selva di Meana, a ridosso della Riserva Naturale Monte Rufeno, al centro di una fetta di territorio interamente boscato tra le più vaste della fascia preappenninica, che si estende per diverse migliaia di ettari nei comuni Allerona, San Casciano dei Bagni e Acquapendente, al confine tra Umbria, Toscana e Lazio. Villalba è da tempo immemorabile un importante snodo viario nella comunicazione tra la Val di Paglia e la Val di Chiana e di conseguenza tra la Via Romea e la Via Francigena che erano collegate dalla Strada Perugina che univa Acquapendente a Città della Pieve passando proprio di qui. Nel periodo successivo alla costruzione della ferrovia e fino agli anni cinquanta, Villalba era invece luogo di stoccaggio e smistamento di legname e carbone, punto di riferimento logistico di carbonai, tagliatori, barrocciai. Villalba oggi, è conosciuta soprattutto per l’area attrezzata con braceri, tavoli, pista per concerti, ballo ed eventi, dove gli abitanti dei paesi circostanti salgono nei periodi più caldi dell’estate per trovare l’aria fresca che quassù non manca mai grazie all’altitudine e alla particolare esposizione verso nord.  Al suo interno la Cooperativa Oasi gestisce il punto ristoro de La Baita e a poca distanza, sempre nell’area protetta, le case vacanze di Acquaviva e di Hosteria di Villalba con il ristorante e il campeggio.